0785/387704 - 339/3600206 info@visurnet.com

Categoria: Mutuo e banca – Mutui stipulati prima del 1993

MUTUI STIPULATI PRIMA DEL 1993

Per i mutui stipulati negli anni 1991 e 1992, le detrazioni spettano per l’acquisto di propria abitazione anche diversa da quella principale.

L’importo massimo di spesa su cui applicare la detrazione è per ciascun intestatario del mutuo, di 3.615,20 euro se si tratta di abitazione principale, e di 2.065,83 euro se si tratta di altra propria abitazione.

In quest’ultimo caso, la detrazione non spetta se il tetto massimo di spesa è stato raggiunto dai costi relativi ad altro mutuo ipotecario per l’acquisto dell’abitazione principale. Se questi sono stati inferiori al limite predetto, la detrazione si applica sulla differenza.

Ad esempio: il contribuente che ha richiesto la detrazione del 19% su 1.500 euro (totale degli interessi passivi su mutuo contratto per l’acquisto dell’abitazione principale), potrà usufruire, per un secondo mutuo acceso per acquistare un altro immobile, di una detrazione pari al 19% dell’importo massimo di 566 euro (2.066- 1.500).

Se per l’acquisto dell’abitazione principale avesse già richiesto una detrazione superiore a 2.066 euro, nessun altro importo potrebbe portare in detrazione con riferimento al secondo mutuo.

Per i mutui stipulati in anni anteriori al 1991, le detrazioni spettano anche per l’acquisto di immobile non abitativo con un limite di spesa di 2.065,83 euro per ciascun intestatario. La successiva tabella riassume i limiti di detraibilità dei mutui contratti per l’acquisto dell’abitazione principale che si sono susseguiti negli anni.

FONTE: agenzia delle entrate: www.agenziaentrate.it

Vuoi comunicarmi Qualcosa? Lasciami un tuo commento!

Se hai un dubbio, o hai comunque, qualcosa da chiedere, in merito a questo articolo, puoi postare un tuo commento. Sarà mia premura risponderti, entro il più breve tempo possibile! Grazie!