0785/387704 - 339/3600206 info@visurnet.com

Categoria: Mutuo e banca – Come difendersi dalle banche

COME DIFENDERSI DALLE BANCHE CHE VOGLIONO IMBROGLIARE

Ho ritenuto utile aprire questa nuova sezione dedicata ai cittadini che hanno rapporti con le banche.

Famiglie che in buona fede contraggono un mutuo, per costruire o comprare la propria casa, un prestito per mobili nuovi o per un auto; imprese che stipulano contratti-capestro di apertura di credito in conto corrente, o che si fanno anticipare le fatture emesse.

Oggi avere rapporti con le banche è una prassi molto comune e diciamo pure indispensabile, altrimenti non saremmo in grado di realizzare ciò che vogliamo.

In sostanza nasciamo per indebitarci con le banche al fine di realizzare qualcosa che è un diritto sacrosanto di qualsiasi persona.

Ma quanti di noi quando si recano presso una banca per contrattare un mutuo hanno le idee chiare di ciò che si sta facendo? Quanti di noi capiscono cosa c’ è scritto in un contratto di mutuo?

Chi riesce a capire tutte le varie clausole scritte così in piccolo in un contratto di scoperto di conto? Chi sa cos’ è l’ interesse di usura?

Chi sa cos’ è l’ anatocismo praticato dalle banche? Chi sa la differenza tra il tasso d’ interesse nominale e quello effettivo( TAN e TAEG )? Chi sa leggere con chiarezza e precisione tra le righe di un estratto conto? Io credo e so che la maggioranza delle persone non comprende tutte queste cose.

Tra queste persone ovviamente mi ci metto anche io in quanto non sono del mestiere.

Per capirci qualcosa dunque, bisogna essere del mestiere, ossia bisogna stare al di dentro di queste cose oppure è necessario essere un avvocato.

Ma a volte neppure gli avvocati ne capiscono più di tanto e io dico anche giustamente, in quanto esistono una marea di leggi e leggine che sembrano fatte apposta affinché l’ ignaro cittadino non riesca a capire ciò che sta succedendo.

Quindi in sostanza il cittadino, quando chiede un mutuo o un prestito ad una qualsiasi banca si affida completamente alla banca stessa.

Per fare un paragone è come se si trattasse di un lattante in mani di persone adulte. In sostanza senza difesa (a onor del vero oggi le difese ci sono…più in là avrete modo di conoscerle) e alla mercè di coloro che volendo potrebbero approfittarsene.

Quello che non va bene

Quando le banche a cui ci si affida sono leali e oneste tutto va bene e il pargolo indifeso può crescere tranquillo senza problemi di sorta.

A volte purtroppo, e aggiungo un pò troppo spesso, le banche non si comportano bene e scambiano il povero cittadino malcapitato per una mucca da latte, che va munta per bene! Tra l’ altro la muntura va avanti attraverso clausole non chiare e inganni! Questo non va bene! A me questo non piace!

Quando una banca si approfitta del malcapitato e ingenuo cittadino quasi sempre in buona fede, gioca sulla sua pelle. Gli toglie risorse per lui necessarie per vivere.

Se si tratta di una impresa, non solo mette a repentaglio i beni ed il lavoro dell’imprenditore, ma anche quelli dei dipendenti, che magari contano sullo stipendio per pagare le rate di mutuo.

Nessuna banca dovrebbe approfittarsi di un essere umano che chiede soldi per poter lavorare e vivere!

Purtroppo le banche hanno un unico obiettivo: quello di fare sempre più soldi. Nessuna banca vi farà mai un prestito solidale.

L’ obiettivo è sempre quello di prestare soldi per avere un rientro il più fruttuoso possibile. Ovviamente il mutuo sarà sempre accompagnato da una garanzia che il richiedente dovrà sempre dare.

Ecco dunque che il contraente del mutuo dovrà impegnare la propria casa, a garanzia del mutuo stesso. Sappiamo benissimo cosa succede se il poveretto dovesse non pagare.. La sua casa andrà all’ asta per pochi soldi.

Cosa possiamo fare?

Ma cosa possiamo fare per difenderci e per ottenere giustizia? Per chi è in procinto di richiedere un mutuo, consiglio di avere maggiore consapevolezza e quindi essere un pò più aggiornato e conoscere un pò di più la materia.

Per chi ha già richiesto un mutuo e sta già pagando consiglio di ri-verificare il contratto e le varie clausole, e vedere soprattutto che la banca in questione stia facendo le cose giuste.

Ma come possiamo fare per capire questo?

Ho impiegato molto tempo per mettermi in condizione di confrontarmi con le banche e di chiedere la correzione di tutto quanto da loro richiesto illegittimamente.

Volevo farlo prima per me e poi per offrirlo come servizio a chi ne avesse bisogno ( praticamente tutti i clienti bancari ).

Mi sono presto reso conto che era praticamente impossibile. Non è materia nella quale ci si possa improvvisare esperti.

Ho cercato allora di scoprire se esistessero dei consulenti che si occupano di queste cose e che possono aiutarci a verificare se le condizioni imposte dalla banca siano corrette e legali.

Ne ho trovato un certo numero. Alcuni erano dei sedicenti esperti ( anche se molto pubblicizzati ). Con alcuni di loro ho parlato a lungo, proponendo vari quesiti per verificarne la preparazione. Certi erano esperti di anatocismo ( interessi sugli interessi ), ma incapaci di verificare i tassi effettivamente applicati.

Altri si occupavano solo di conti correnti, sostenendo che un mutuo è inattaccabile perché stipulato da un notaio!!!!!!!!

Chi mi ha particolarmente colpito è il signor Pompilio, titolare della Partner Servizi Finanziari di Latina, il quale si occupa, fin dal 1987 e su tutto il territorio nazionale, sia del contenzioso bancario attivo, ossia segue quelle persone e quelle imprese che hanno deciso di vederci un pò più chiaro sui sistemi adottati dalle banche e che vogliono rivedere le loro condizioni, sia del contenzioso passivo, cioè la tutela delle famiglie e delle imprese che vengono aggrediti dalle banche per rate non pagate, per richieste di rientro di fidi revocati o che sono assillati da continue telefonate da parte delle agenzie di recupero crediti.

Ho verificato la sua profonda conoscenza di tutte le leggi che regolano ogni aspetto di qualunque tipo di rapporto bancario, dall’ anatocismo alla verifica del tasso effettivamente applicato ed all’ eventuale superamento del tasso di usura.

Dalla capacità di ricavare le reali conseguenze sui tassi e sulle rate dai contratti di mutuo o di prestito alla conoscenza dei meccanismi utilizzati dalle banche per far lievitare i costi nelle famigerate carte di credito revolving ( con pagamento rateizzato ).

Dai mezzi legali per tutelarsi in caso di decreti ingiuntivi, precetti o pignoramenti alla possibilità di richiedere alla banca la restituzione di quanto pagato per l’applicazione di condizioni illegittime; dalle strategie da adottare nei confronti delle agenzie di recupero crediti alla verifica della correttezza nella segnalazione nelle centrali rischi dei cattivi pagatori.

Su quest’ultimo argomento, mi diceva che tutte le imprese affidate in banca hanno una “posizione rischi” centralizzata in Banca d’Italia, i cui meccanismi di “valutazione globale di rischio” sono talmente delicati che un imprenditore che si ritiene sereno nei rapporti bancari, rischia dall’ oggi al domani di vedersi revocare tutte le linee di credito.

Dette posizioni sono a disposizione, anche gratuitamente, dell’imprenditore che le dovesse richiedere. Il problema è che sono rese assolutamente incomprensibili e che pochi esperti, in tutta Italia, sono in grado di leggerle compiutamente.

In breve, tutto quello che può riguardare “il mondo banca” trova adeguata risposta nel sig. Pompilio. Ma, oltre alla profonda preparazione di cui ho parlato, sono rimasto impressionato dal suo entusiasmo.

Traduce in lavoro quella che è la sua passione: COMBATTERE LE BANCHE.

Lui dice che più conosce le banche e più si in….zza!

Più loro si ingegnano ad inventare nuovi balzelli per tosare i clienti, più lui studia e si applica per trovare il modo per neutralizzarle.

Possiede un archivio enorme di pratiche svolte, ma mi diceva che conserva religiosamente e con particolare amore quelle di clienti che le banche pretendevano essere debitori e alla fine si sono trasformati in creditori delle banche.Mi ha promesso che a breve mi farà avere la documentazione di uno di questi casi.

Ho poi saputo che il sig. Pompilio è anche espertissimo in materia di finanziamenti agevolati alle imprese ed è regolarmente iscritto come Mediatore Creditizio nell’ albo della Banca d’Italia.

Vuoi comunicarmi Qualcosa? Lasciami un tuo commento!

Se hai un dubbio, o hai comunque, qualcosa da chiedere, in merito a questo articolo, puoi postare un tuo commento. Sarà mia premura risponderti, entro il più breve tempo possibile! Grazie!