geometra sardegna
geometra Pino Caddeo
Guide su YOUTUBE

Accedi al mio Canale Youtube

Troverai guide, esempi pratici su svariati argomenti che vengono affrontati su queste pagine!

energie rinnovabili
visure catastali online

SERVIZI UTILI PER IL CITTADINO
SOTTO I 100.000 EURO NESSUNA SUCCESSIONE
NON SI PAGA LA TASSA DI successione SOTTO I 100.000 EURO

CONTATTA VISURNET.COM
via Kennedy, 1 - 08016 Borore (NU)
a breve apertura dello studio a Olbia (OT)
per contatti: 0785/86128 - 339/3600206 - email
Il consiglio dei ministri vara qualcosa di importante in merito alla dichiarazione di successione. Si tenta di semplificare la cosiddetta dichiarazione di successione. In sostanza il coniuge e i parenti in linea retta che ereditano non avranno obbligo di presentare la dichiarazione di successione se il patrimonio o l' asse ereditario non supera un valore di 100.000 euro e sempre che non cadano in successione beni immobili o diritti reali immobiliari.

SEZIONE: ARGOMENTI UTILI - ARGOMENTO: LA SUCCESSIONE EREDITARIA - PAGINA: NESSUNA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE SOTTO I 100.000 EURO

HOME PAGE
CHI SIAMO
COSA OFFRIAMO

Link interessanti

il catasto?..roba da geometri
guadagna affittando il tetto
notizie interessanti
grazie di cuore!!
ti servono le visure catastali?
fabbricati mai dichiarati
sanzioni per le case fantasma (new)
diario di bordo

Servizi attivi
Servizi successione

compilazione modulistica
compilazione voltura catasto
richiedi le visure catastali

affidamento incarico successione

Guida eredità

presentazione
disciplina delle successioni
accettazione eredità parte 1
accettazione eredità parte 2
banca e assicurazione
cosa fare per ereditare un veicolo
imposte e agevolazioni
imposta di successione e franchigia
modulistica per successione
agevolazione prima casa
uffici competenti
allegati alla successione
tipi di dichiarazione
moltiplicatori catastali
codici uffici agenzia entrate
codici tributi per successione

i diritti dei figli
i diritti degli ascendenti
i diritti dei fratelli
i diritti del coniuge parte 1
i diritti del coniuge parte 2

quote eredità spettanti per legge

L' attivo ereditario

Il testamento

il testamento
cos' è il testamento
testamento olografo
testamento pubblico
testamento segreto
se muore il testatore
cosa si può disporre
chi può fare testamento
chi può ricevere col testamento
riserva a favore del coniuge
riserva a favore dei figli
cos' è il legato
successione: obbligo del notaio?

Esempi pratici

Impariamo a compilare la modulistica per successione. di seguito trovate un esempio pratico che vi aiuta a capire come compilare la modulistica, dal modello 4 al modello f24

1) prima di iniziare

prima di iniziare

2) calcolare l' asse ereditario

come calcolare l' asse ereditario

3) modello 4 (esempio)

compilare il modello 4
compilare il frontespizio modello 4
compilare albero genealogico
compilare quadro A (eredi)
compilare quadro B (attivo)
compilare quadro B2 (titoli, azioni)
compilare quadro B3 (aziende)
compilare quadro B4 (altri beni)
compilare quadro B5 (beni venduti)
compilare quadro C (donazioni)
compilare quadro D (passività)
parte riservata all' ufficio

4) calcolo delle imposte

calcolo delle imposte successione
compilare modello f23 successione
prospetto liquidazione

5) allegati al modello 4

cosa allegare al modello 4
dichiarazione sost. cert. morte
stato di famiglia de cuius
stato di famiglia eredi
visure catastali
dichiarazione sostitutiva atto notorio
modello f23
prospetto di liquidazione
richiesta agevolazione prima casa
certificato destinazione urbanistica
copia testamento pubblicato


presentare la successione

Voltura catastale

dopo aver registrato la dichiarazione di successione è necessario aggiornare la ditta in catasto. vediamo con degli esempi pratici come si fà

esempio 1: voltura cartacea

presentare la voltura catastale
voltura catasto terreni parte 1
voltura catasto terreni parte 2
voltura catasto terreni parte 3


esempio 2: software voltura

installare il software voltura 1.0
installare il software voltura 1.1

voltura 1.1 parte 1
voltura 1.1 parte 2
voltura 1.1 parte 3
voltura 1.1 parte 4

Successione tardiva

presentazione tardiva successione

 


NESSUNA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE SOTTO LA SOGLIA DEI 100.000 EURO

Di Pino Caddeo (geometra libero professionista si occupa di pratiche di successione ereditaria e volture catastali in tutta Italia) Per maggiori info vedi: servizio successioni eredi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiornamento del 28/11/2014

Con il decreto legislativo del 21 novembre 2014 n° 175, (semplificazioni) pubblicato in gazzetta ufficiale il 28/11/2014 n° 277 si è reso efficace e attuativo un qualcosa che va a semplificare per quanto possibile la vita dei cittadini.

Il decreto legislativo n° 175/2014, da poco approvato, va a semplificare per quanto possibile la vita ai cittadini. In particolare in questa pagina vedremo l' articolo 11 del decreto 175/2014 che è andato a modificare alcuni articoli del testo unico sulle successioni e più precisamente il 346 del 1990.

In particolare il testo unico sulle successioni del 1990 prevedeva che parenti in linea retta e i coniuge, fossero esonerati dal presentare la dichiarazione di successione, se l' attivo ereditario non superava i vecchi 50 milioni di lire e sempre che non vi fossero nell' eredità beni immobili o diritti reali immobiliari.

Questo cosa significava in parole povere? Che la dichiarazione di successione andava sempre presentata se ricadevanono nell' asse ereditario beni immobili o diritti reali immobiliari, anche se il loro valore non superava i 50 milioni di lire. Oppure andava sempre presentata anche nel caso che non vi fossero immobili, ma le liquidità superassero i 50 milioni di lire.

COSA CAMBIA COL NUOVO DECRETO?

I concetti fondamentalmente rimangono sempre gli stessi solo che la cifra dei 50 milioni di lire è stata aumentata a 100.000 euro. Inoltre sono state apportate delle modifiche semplificative per riscuotere i crediti fiscali del de cuius e alcune modifiche riguardano i documenti da allegare alla dichiarazione di successione. Il provvedimento entrerà in vigore il 13/12/2014.

L' articolo che a noi interessa è il n° 11 del decreto legislativo sopra riportato. Esso in sostanza va a modificare in alcune parti il testo unico sulle successioni e in particolare il decreto legislativo del 31 ottobre 1990 n° 346. Va a modificare 3 articoli del testo unico sulle successioni e precisamente il 28, il 30 e il 33. Vediamoli sotto più nel dettaglio.

ARTICOLO 28 COMMA 6 e 7

Prima della modifica i comma 6 dell' art. 28 era il seguente:

Se dopo la presentazione della dichiarazione della successione sopravviene un evento, diverso da quelli indicati all'art. 13, comma 4, che da' luogo a mutamento della devoluzione dell'eredita' o del legato ovvero ad applicazione dell'imposta in misura superiore, i soggetti obbligati, anche se per effetto di tale evento, devono presentare dichiarazione sostitutiva o integrativa. Si applicano le disposizioni dei commi 1, 3 e 8.

Il comma 6 a seguito del decreto legislativo 175/2014 diventa il seguente:

Se dopo la presentazione della dichiarazione della successione sopravviene un evento, diverso da quelli indicati all'art. 13, comma 4, e dall' erogazione di rimborsi fiscali che da' luogo a mutamento della devoluzione dell'eredita' o del legato ovvero ad applicazione dell'imposta in misura superiore, i soggetti obbligati, anche se per effetto di tale evento, devono presentare dichiarazione sostitutiva o integrativa. Si applicano le disposizioni dei commi 1, 3 e 8.

Il decreto n° 175 ha modificato anche il comma 7 dell' art. 28. Vediamo subito come si presenta adesso.

Il comma 7 diventa il seguente

Non vi e' obbligo di dichiarazione se l'eredita' e' devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto e l'attivo ereditario ha un valore non superiore a euro centomila e non comprende beni immobili o diritti reali immobiliari, salvo che per effetto di sopravvenienze ereditarie queste condizioni vengano a mancare.

Le parole in grassetto sono le nuove inserite. Prima al posto di "a centomila euro" avevamo le parole " a lire cinquanta milioni".

Quindi diciamo che come abbiamo scritto prima, il nuovo decreto legislativo n° 175/2014 ha incrementato la soglia minima per la presentazione della dichiarazione di successione. Vi ricordo che questo vale solamente se nell' asse ereditario non ricadono immobili o diritti reali immobiliari, nel qual caso la dichiarazione di successione andrà presentata a prescindere dal valore ereditato.

COSA CAMBIA NELLA DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE

Oltre ai commi 6 e 7 dell' art. 28 è stato modificato anche l' articolo 30. E' stato aggiunto il comma 3bis che recita:

I documenti di cui alle lettere c), d), g), h) e i) possono essere sostituiti anche da copie non autentiche con la dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta' di cui all'articolo 47, del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, attestante che le stesse costituiscono copie degli originali. Resta salva la facolta' dell'Agenzia delle entrate di richiedere i documenti in originale o in copia autentica.

Quali sono i documenti di cui alle lettere c, d, g, h e i? Sono i seguenti:

c) la copia autentica degli atti di ultima volonta' dai quali e' regolata la successione;

d) la copia autentica dell'atto pubblico o della scrittura privata autenticata dai quali risulta l'eventuale accordo delle parti per l'integrazione dei diritti di legittima lesi

g) la copia autentica dell'ultimo bilancio o inventario di cui all'art. 15, comma 1, e all'art. 16, comma 1, lettera b), nonche' delle pubblicazioni e prospetti di cui alla lettera c) dello stesso articolo e comma

h) la copia autentica degli altri inventari formati in ottemperanza a disposizioni di legge

i) i documenti di prova delle passivita' e degli oneri deducibili nonche' delle riduzioni e detrazioni di cui agli articoli 25 e 26

Quindi per le successioni apertesi a partire dal 13 dicembre 2014, tutti i sopradescritti documenti potranno essere riprodotti in semplici fotocopie accompagnate da dichiarazione sostitutiva.

Quindi diciamo che col decreto legislativo n° 175/2014 si è cercato di dare per quanto possibile un taglio alla burocrazia.

SE CI SONO CREDITI FISCALI A FAVORE DEL DE CUIUS?

Anche in questo caso il decreto 175/2014 ha apportato delle semplificazioni. Prima della sua entrata in vigore se i de cuius aveva dei crediti fiscali, i suoi eredi per poter avere il rimborso dovevano presentare una dichiarazione di successione integrativa. Ora questo non sarà più necessario.

QUANDO ENTRA IN VIGORE IL NUOVO DECRETO?

Il nuovo decreto entra in vigore a partire dal 13 dicembre 2014, quindi interesserà tutte quelle successioni apertesi a partire da tale data. Giacchè nel decreto non è stata specificata nessuna data di attuazione del provvedimento, dovrebbero beneficiare delle semplificazioni anche le successioni apertesi in data anteriore e non ancora presentate. Però per questo sarà meglio accertarsi presso l' agenzia delle entrate.

Bene...questo è tutto. Quanto avete letto l' ho scritto dopo l' entrata in vigore del decreto legislativo n° 175/2014 perchè mi sembra giusto aggiornare le pagine per quanto possibile. Ciò che trovate più sotto dunque è roba vecchia! Scritta in precedenza.

Che dire...speriamo che il governo continui con le semplificazioni e che ci renda tutti un pò più liberi dalla burocrazia!

QUANTO AVEVO SCRITTO PRIMA DELL' ENTRATA IN VIGORE DEL DECRETO LEGISLATIVO N° 175/2014

le riforme e le semplificazioni in questo periodo vanno di moda. Speriamo sia una moda che duri, soprattutto perchè riguarda milioni di contribuenti. Il consiglio dei ministri in data 20/06/2014 ha approvato l' articolo che prevede importanti novità per quanto riguarda la dichiarazione di successione e tutte le varie imposte che sappiamo benissimo sono collegate ad essa.

Pare che il cdm (consiglio dei ministri) abbia proposto una legge che consentirebbe agli eredi più vicino al de cuius (coniuge e figli) di non presentare la dichiarazione di successione se il patrimonio che si eredita non sia superiore ai 100.000 euro, sempre che non ricadano in successione beni immobili o diritti reali immobiliari.

Questo cosa vuol dire? Semplicemente che non andrebbe più presentata la dichiarazione di successione all' agenzia delle entrate, con un conseguente risparmio di tempo da parte di chi andrà ad ereditare.

Attualmente si legge sul sito dell' agenzia delle entrate, "non c'è obbligo di dichiarazione se l'eredità è devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto e l'attivo ereditario ha un valore non superiore a 25.823 euro e non comprende beni immobili o diritti reali immobiliari." Queste condizioni possono venire a mancare per effetto di sopravvenienze ereditarie.

Quindi attualmente se nell' attivo ereditario vi è anche un solo immobile (terreno o fabbricato che sia) va presentata la dichiarazione di successione, anche se ha un valore bassissimo ad esempio sotto i 25.823 euro. Stiamo sempre parlando di coniuge e parenti in linea retta (figli, nipoti, genitori ecc) giusto per precisare.

Quindi ricapitoliamo brevemente. Vediamo allo stato attuale delle cose quando non va fatta e quando va fatta la dichiarazione di successione:

QUANDO NON VA FATTA

"non c'è obbligo di dichiarazione se l'eredità è devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto e l'attivo ereditario ha un valore non superiore a 25.823 euro e non comprende beni immobili o diritti reali immobiliari." Queste condizioni possono venire a mancare per effetto di sopravvenienze ereditarie.

QUANDO VA FATTA

In tutti gli altri casi al di fuori del caso sopra descritto. In sostanza quasi sempre.

L' agenzia delle entrate non specifica nel paragrafo che abbiamo visto sopra, per quanto riguarda i titoli del debito pubblico (titoli di stato) e i buoni fruttiferi postali, che vengono equiparati a questi ultimi. Faccio questa precisazione in quanto mi risulta che i titoli del debito pubblico non concorrono alla formazione dell' asse ereditario tassabile, per cui nella cifra dei 25.823 euro non dovrebbero rientrare.

LA NUOVA PROPOSTA AL DI SOPRA DEI 100.000 EURO

la nuova proposta varata dal consiglio dei ministri in data del 20/06/2014 parla invece di 100.000 euro, al di sotto dei quali non sarebbe più dovuta la dichiarazione di successione. Naturalmente questa semplificazione vale solamente per i parenti più prossimi al de cuius, ossia coniuge e parenti in linea retta. I parenti in linea retta sono coloro che discendono direttamente dallo stesso capostipite. Più sotto vediamo un piccolo esempio di arenti in linea retta.

albero_genealogico

.

.

.

.

.

.

.

.

 

 

Se fosse cosi come penso diciamo che la dichiarazione di successione andrebbe presentata quasi sempre, in quanto comunque generalmente colui che muore quasi sempre lascia dei beni immobili o diritti reali immobiliari. Vedremo comunque col tempo come si evolverà la cosa, ricordo infatti che al momento si tratta di una proposta che andrà convertita in legge e che dunque osserverà un iter più o meno lungo.

Più sotto riporto il video relativo ad un precedente consiglio dei ministri dove si parlava dell' esonero dalla dichiarazione nel caso il valore non superasse i 75.000 euro, presieduta dal Ministro per la Pubblica amministrazione e semplificazione Gianpiero D'Alia ed il sottosegretario Filippo Patroni Griffi. Qui riporto il video relativo all' intera conferenza. La parte dove si parla dell' esonero della dichiarazione di successione sotto i 75.000 euro la trovate al minuto 7 e 25 secondi.

 

Se la pagina ti è piaciuta ed è risultata di tuo gradimento ti chiederei un piccolo favore, ossia fare click sul pulsante +1 di google che vedi più sotto. Inoltre se lo ritieni opportuno puoi inserire un link a questa pagina sulla tua bacheca facebook....grazie!

Vuoi aiutarmi a tenere in piedi questo sito? Tutto il materiale che trovi su queste pagine è gratuito e liberamente consultabile. Se ritieni meritevole di darmi una mano nelle spese di gestione del sito, che ultimamente iniziano a farsi sentire, puoi aiuatarmi se vuoi. Non sentirti obbligato però! Io cerco di aiutare le persone nel mio piccolo, perchè mi fa star bene e perchè penso che GLI ALTRI SIAMO NOI! Un grazie in anticipo a chi vorrà contribuire!

servizio online successione e voltura

Io posso fare cose che non tu non puoi, tu puoi fare cose che io non posso. Insieme possiamo fare grandi cose.

Aiutami a rimanere online! Grazie..

 

E' nata la sezione video tutorial. Ora potete vedere i video che vi spiegano con esempi concreti come si compila la dichiarazione di successione. Per accedere alla sezione video fai clik su: sezione video tutorial

.

.

.

.

.

.

.

.

 

newsAggiungi un tuo commento...grazie!

Vuoi dire anche tu la tua? Vuoi lasciarci un commento su questa pagina? Ora puoi farlo. Lascia il tuo commento più sotto...grazie!

Ultimo aggiornamento: Domenica Settembre 4, 2016 12:57

Aggiungici fra i tuoi amici

In Diretta con noi
Hai un dubbio? vuoi info gratuite sul servizio visure, successione o volture catastali? contattaci direttamente attraverso la live chat. Il servizio è gratuito! FAI CLICK SULL' IMMAGINE CHE VEDI SOTTO!

News letter
Essere aggiornati oggi è fondamentale! Se sei interessato ad uno o tutti gli argomenti sotto elencati iscriviti alla nostra news letter, selezionando gli argomenti di tuo interesse...grazie!

Email: *
Cognome: *
Nome: *
Scegli:


Video Tutorial
Vedere è sempre meglio del solo leggere, cosi come la pratica è 100 volte meglio della sola teoria. E' nata la sezione dei video tutorial che vi fa vedere in sostanza come compilare una dichiarazione di successione. Per accedere alla sezione video tutorial fate clik su uno dei seguenti link....

ACCEDI ALL' AREA VIDEO TUTORIALS

video-tutorial-successione

video tuttorial sulla compilazione di una dichiarazione di successione

come si compila una successione

guida sulla compilazione della dichiarazione di successione

guida alla successione col foglio elettronico

Modello telematico
dichiarazione successione telematica
modello telematico: dati generali
modello telematico: quadro EA

Approfondimenti

caratteristiche casa non di lusso
autocertificazione obbligatoria dal 2012
quanto costa la successione
certificato di successione europeo
diritto d' abitazione per il coniuge
niente successione sotto i 100.000 euro
aumento imposta ipotecaria e catastale
risparmiare dichiarazione successione

Aumenterà l' imposta di successione?
Atto notorio per successione

Risposte brevi

chi può fare la voltura catastale?

News

rettificare la successione si può

le domande dei lettori

tassa ipotecaria e imposta di bollo
moltiplicatori catastali e area edificabile
passività dichiarazione successione

Siti utili

la gazzetta europea
successioni in europa
fisco oggi

pinoTutti i servizi che trovi sul sito www.visurnet.com sono offerti dal geometra Pino Caddeo. Il servizio dedicato alle dichiarazioni di successione e volture catastali fa parte di questi servizi.

guida alla successione

 
L' ANGOLO DEGLI AFFITTI ESTIVI IN SARDEGNA

© 2002 - 2018 visurnet.com - Tutti i diritti riservati.
visitatori unici

geometri al tuo servizioInformazioni sul geometra Pino Caddeo

Gent. mo visitatore, permettimi di presentarmi. Mi chiamo Pino Caddeo e svolgo la libera professione del geometra. Sono nato in Germania a Wolfsburg (sede della famosa casa automobilistica tedesca Volkswagen) nel 1968, da genitori emigrati. Rientrati in Italia nel 1971 siamo stati tre anni a Cesano Boscone (MI), per poi trasferirci definitivamente in Sardegna nel 1973 nel comune di Borore (NU) dove tutt' ora risiedo. Terminate le scuole dell' obbligo nel 1983 mi sono iscritto all' istituto tecnico per geometri Sebastiano Satta di Macomer (NU), conseguendo il diploma nel 1989. Dopo circa tre anni di tirocinio nel 1992 ho conseguito l' abilitazione alla professione del geometra, ma solamente nel 1998 ho deciso di aprirmi uno studio tutto mio nel tentativo di trovare anche io la mia strada. E' una professione che non considero un lavoro ma piuttosto un piacere. Il mio campo lavorativo spazia dalla progettazione in genere, alle pratiche catastali (accatastamenti e frazionamenti). Mi occupo anche di rilievi topografici e di riconfinamenti. Da anni inoltre mi occupo di dichiarazioni di successione e relative volture catastali in tutta Italia. Sempre nel campo delle dichiarazioni di successioni e volture catastali collaboro in tutta Italia soprattutto con avvocati, periti e professionisti in genere che devono redigere questo genere di pratiche. Nel 1998 ho iniziato a creare le prime pagine internet per cercare di far conoscere la mia attività. In seguito nel 2002 ho creato il sito www.visurnet.com dove viene racchiusa tutta la mia attività. Dopo 12 anni di esperienza su internet posso dire di non essermi pentito di aver fatto quella scelta in quanto proprio grazie a internet ho potuto ampliare il mio campo lavorativo al di fuori della Sardegna. Attualmente il sito visurnet.com conta una media giornaliera di 3.500 ingressi unici al giorno. Al suo interno trovate oltre che i servizi offerti anche delle guide interessanti incentrate sul pianeta casa. Si parla di agevolazioni fiscali, quali quelle del 36% e del 65% rispettivamente sulle ristrutturazioni e risparmio energetico. Trovate anche delle guide che spiegano e vi aiutano a compilare una dichiarazione di successione e la relativa voltura catastale. Potete inoltre contattarmi gratuitamente nel caso abbiate dei dubbi o vogliate maggiori informazioni sui servizi offerti. Sul sito trovate anche delle sezioni tematiche informative che cercano per quanto possibile di aiutarvi ad avere le informazioni che cercate...vedi le sezioni dedicate all' imu, detrazione 36%, successioni e volture ecc. Trovi i link delle sezioni tematiche nella parte alta delle pagine.

Lo studio si trova a Borore (NU), nella meravigliosa Sardegna, in via Kennedy, 1 - cap. 08016
- p.iva.
01049200916 - C.F. CDDGPP68T02Z112I
- tel. 0785/86128 - 339/3600206
- mail: info@visurnet.com

 

cerchi un geometra? realizziamo siti internet