geometra sardegna
geometra Pino Caddeo
Guide su YOUTUBE

Accedi al mio Canale Youtube

Troverai guide, esempi pratici su svariati argomenti che vengono affrontati su queste pagine!

energie rinnovabili
visure catastali online

SERVIZI UTILI PER IL CITTADINO
COME RINNOVARE LA CASA
I LAVORI EDILIZIA PER IL RINNOVO DELLA CASA

CONTATTA VISURNET.COM
via Kennedy, 1 - 08016 Borore (NU)
a breve apertura dello studio a Olbia (OT)
per contatti: 0785/86128 - 339/3600206 - email

Questa sezione viene dedicata completamente agli interventi edilizi per rinnovare la nostra casa

SECTION: UTILITY - TOPIC: COME RINNOVARE LA CASA

HOME PAGE
CHI SIAMO
COSA OFFRIAMO

Link interessanti

il catasto?..roba da geometri
guadagna affittando il tetto
notizie interessanti
grazie di cuore!!
ti servono le visure catastali?
fabbricati mai dichiarati
sanzioni per le case fantasma (new)
diario di bordo

Servizi attivi
Tutto casa

materiali edili (ditte)
materiali edili (rivenditori)
imprese edili italiane
inserisci la tua azienda
annunci immobiliari
annunci immobiliari in Italia
guida all' acquisto della casa

Ancora casa

presentazione
condono edilizio
dia e super dia
normativa antisismica
distanze delle costruzioni
testo unico espropri
accertamento di conformità

Risparmio in casa

presentazione
Illuminazione
apparecchi elettrici
impianto riscaldamento
impianto condizionamento
acqua calda sanitaria

Portali immobiliari

cosa sono i portali
perchè utilizzarli
i maggiori portali
annunci immobiari sardegna

Condono 2004

presentazione servizio condono
cosa si può condonare
cosa prevede il servizio condono
i costi del servizio condono
richiedi informazioni
ultime novità
scadenza termini domande
affidamento incarico


- Visurnet.com è lieta di informarti che è attivo il nuovo forum dove potrai discutere con gli altri membri (chiedere e avere consigli) su alcune problematiche legate alle energie rinnovabili, risparmio energetico, impianti solari termici e fotovoltaici ecc.. Se vuoi porre una tua domanda accedi forum


AVVERTENZE: gli argomenti trattati andranno approfonditi dagli interessati richiedendo informazioni, presso uffici ed enti competenti. Gli argomenti trattati dovranno essere considerati esclusivamente come prime informazioni. Le informazioni sottoriportate non potranno essere prese come valide per intraprendere qualsiasi genere di azione.

Di Pino Caddeo (geometra libero professionista) si occupa di progettazione in genere con predisposizione pratica mutuo agevolato, pratiche catasto ecc. Per maggiori info vedi: servizio studio tecnico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COME RINNOVARE LA CASA (principi di base)

gli spazi aperti Questa sezione descrive nel dettaglio le possibilità pratiche di intervento sullo spazio domestico,dal rifacimento delle finiture ai progetti di edifici su larga scala,fornendo tutte le informazioni necessarie per portare a termine i lavori con successo. Chi da solo o con la collaborazione di una squadra di professionisti, desidera apportare modifiche alla propria casa, creando un nuovo bagno o trasformando un loft, troverà qui i consigli indispensabili per trasformare i propri progetti in realtà. Qualunque decisione riguardante il come e dove vivere comporta implicazioni significative per lo status sociale e per il benessere sia fisico che emozionale. Spesso comprare una casa è il più grande investimento di tutta una vita,ma anche prendere in affitto un'immobile incide in maniera notevole e regolare sulle entrate familiari. Apportare delle modifiche ad una abitazione di proprietà o in affitto mette in gioco una vasta gamma di questioni, non solo finanziarie, ma anche strutturali, legali e pratiche.

Le condizioni e i prezzi imposti dagli istituti finanziari, come banche o altri istituti di credito, variano da nazione a nazione,cosi' come le normative che regolano l'acquisto o la trasformazione di un immobile. Dovunque si viva e qualunque cosa si intenda fare, occorre procurarsi informazioni aggiornate e ottenere consigli dai professionisti del caso, promotori finanziari, legali, geometri, architetti e contabili. In ogni caso, il successo è sempre legato alla cura con cui verranno eseguiti i lavori.

Vale sempre la pena intervenire sulla propria casa per renderla un luogo in cui è un piacere vivere, migliorie e trasformazioni hanno sempre un impatto positivo e significativo sulla qualità delle nostre esistenze. Potrebbe non sembrare cosi' mentre i lavori sono in corso ma, una volta conclusi questi,tutti gli sforzi saranno premiati.

Pianificazione economica:

La primissima questione da chiarire è legata alla spesa che si è in grado di sostenere Stabilire un limite economico prima di cominciare a esaminare le varie possibilità contribuisce ad arginarlo. Se ancora non è stato fatto, è bene compilare una lista dettagliata mensile delle uscite -cibo, bollette, viaggi,abbigliamento, vacanze, tempo libero,riparazione auto e altre spese fisse, come mutui o carte di credito-e confrontarla con tutte le forme di entrata( lo stipendio, i dividendi, gli interessi accumulati con i risparmi o gli investimenti ), in modo da avere un quadro chiaro della situazione finanziaria. Si potranno a questo punto vagliare le diverse possibilità di finanziamento.

Entrate

Generalmente con le sole entrate si possono sovvenzionare piccoli interventi come ritinteggiature,riparazioni minori o acquisti di un unico pezzo d'arredo di valore. Se decidete di tagliare altre spese facendo a meno delle vacanze, per esempio, o limitando ciò che si spende per il tempo libero-occorre valutare bene l' impatto che tale decisione avrà sul vostro futuro. Inoltre altri membri della famiglia potrebbero avere una diversa opinione a riguardo.

Risparmi

I risparmi o gli investimenti possono dare un'eccellente contributo finanziario sia in caso d'acquisto di una nuova casa che di una parziale ristrutturazione. Tuttavia, se le modifiche che si vogliono apportare incidono sul futuro valore dell'immobile in maniera inferiore rispetto a quanto si guadagnerebbe risparmiando o investendo nello stesso arco di tempo, forse è più conveniente optare per un'altra strada.


Credito a breve tempo

Spendere denaro mediante carte di credito, pagamenti rateali o altre forme di programmi di credito (inclusi gli scoperti di conto)può essere molto allettante Tuttavia, come molti sanno, questi debiti sono molto difficili da estinguere. Il credito a breve termine è uno dei modi più costosi di prendere denaro in prestito:il prezzo reale di ciò che si compra è maggiorato nell' interesse da pagare mensilmente per il prestito. Se si decide comunque di comprare a credito, bisogna valutare le diverse opzioni o paragonare i tassi d'interesse :uno scoperto di conto, per esempio, può essere più conveniente di un programma di credito del punto di vendita.

Prestiti

Per migliorie o ristrutturazioni più ampie, è il caso di valutare la richiesta di un prestito a una banca o a una società di credito edilizio. I prestiti si ripagano a un tasso fisso di interesse su un determinato periodo di tempo. Anche in questo caso l'intero costo dell'intervento equivarrà al totale degli interessi da pagare più la somma presa in prestito. Se si contrae un prestito personale,la cifra limite sarà determinata dal proprio reddito .Gli istituti finanziari,in genere sono disposti a erogare somme più ingenti sotto forma di prestiti ipotecari su ogni proprietà posseduta. I prestiti ipotecari, comunque, possono essere rischiosi per le proprietà se si è impossibilitati a far fronte a pagamenti e possono essere più costosi, nel tempo,rispetto alla possibilità di rinegoziare un mutuo.

Mutui

Data la varietà presente sul mercato rispetto a tassi e condizioni, è importante valutare le diverse forme di mutuo e chiedere il consiglio di esperti. Alcuni istituti offrono mutui con tassi agevolati per un periodo fisso da 2 a 5 anni, o tassi fissi sul termine del mutuo e prodotti standar a tasso variabile. Nuovi tipi di mutui flessibili permettono al mutuatario di sospendere i pagamenti per un periodo massimo di sei mesi, o effettuare pagamenti con somme forfettarie. Le due possibilità risultano più economiche ,a lungo termine, dei mutui standar e sono ideali per i lavoratori autonomi o per chi ha entrate variabili. Anche i conti correnti per il mutuo, in cui il conto corrente, il conto a risparmio e il mutuo costituiscono un unico prodotto, sono flessibili e vantaggiosi. Se per acquistare la casa si è acceso un mutuo e la differenza tra quanto ancora da rimborsare e il valore attuale della casa lo permette, si potrà rinegoziare il mutuo per la ristrutturazione.

Acquistae casa

Comprare una casa è un passo importantissimo. Fondamentale è compierlo nei tempi giusti, soprattutto nelle zone in cui i prezzi degli immobili tendono a fluttuare .Un immobile è generalmente considerato un investimento sicuro,ma i migliori rendimenti sono garantiti solo a lungo termine. Un acquisto in un periodo di boom di prezzi, per esempio, può portare a un disvalore quando il mercato subisce un crollo e, se i tassi d interesse aumentano, si rischia seriamente di cadere in passivo. In generale, l'acquisto ha senso se il mercato è abbastanza stabile, se si è in una fase sufficientemente solida della carriera,con entrate regolari,e se le rate di un eventuale mutuo sono più basse o equivalenti al prezzo d'affitto di una casa simile. Nelle aree urbane ad alta densità o in quelle parti del mondo in cui gli immobili hanno prezzi straordinariamente alti, può essere difficile arrivare all'acquisto di una casa. Allo stesso tempo considerata la costante escalation dei prezzi, acquistare la prima casa può diventare più complicato con il passare degli anni. Si può optare per una proprietà condivisa con amici o parenti,o per l'acquisto con l'intenzione di affittare una o più stanze per recuperare parte della spesa sostenuta.

Fare i conti

Il vero costo di una casa è il prezzo di vendita più un numero di spese aggiuntive:Trasloco, assicurazione ( su vita immobili e furto),compensi ai professionisti (periti, avvocati), costi della stima, verifiche legali, tasse ecc...Questi costi aggiuntivi possono ammontare al 3 o 4% del prezzo dell'immobile in Francia e in altre parti d' Europa le spese notarili si aggirano intorno al 10% del prezzo dell'immobile.

Sapere cosa si compra

Se si compra una struttura grezza(lo spazio di un loft privo di arredi è munito solo dei collegamenti per gli impianti o si acquista un' abitazione sulla carta ,è bene accertarsi di cosa si otterrà e quale costo aggiuntivo comporterà la trasformazione in una casa abitabile. Vale la pena segnalare che in questi casi gli istituti non sono generalmente disposti ad anticipare più del 80% della spesa da sostenere.

Sondare il mercato

E' bene informarsi su ciò che ci si può aspettare con il budget a disposizione in una certa località, rivolgendosi ad agenti immobiliari , servizi su internet, annunci di vendita di privati sulla stampa locale, aste,ecc..

Sapere ciò che si vuole

Una decisione chiave è l'ubicazione. Preferite una zona in prossimità di negozi, buone scuole e ben servita dalla rete dei trasporti pubblici?Cercate un quartiere vibrante di attività o un posto più tranquillo?Avete un tipo specifico di casa in mente o esiste un certo margine di flessibilità?Desiderate un giardino? Un posto per parcheggiare l'auto?Quante stanze?Qual'è il tetto massimo per quanto riguarda il prezzo?Più si è specifici riguardo alle proprie esigenze, più facile sarà fornire le informazioni agli agenti e meno probabile acquistare un'immobile che non corrisponde a ciò di cui si ha bisogno.

Essere pronti ai compromessi

Gli agenti immobiliari hanno stimato che solo il 5%dei compratori trova esattamente ciò che cerca. La maggior parte è obbligata a scendere a compromessi, quindi torna utile avere una lista della priorità ben chiara in mente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fidarsi dell'istinto

Se ci si è documentati, non ci vorrà molto tempo per prendere una decisione. Molti compratori avvertono immediatamente quando una casa potenziale è quella giusta; se non si ha questa sensazione a pelle,è meglio continuare a cercare. Se ci si innamora a prima vista di una casa, è bene non darlo troppo a vedere ; si potrebbe perdere la possibilità di negoziare ulteriormente prezzo e condizioni.

Guardare oltre l'apparenza

Nelle zone dove è forte la concorrenza , molti adottano tecniche sofisticate per vendere il loro immobile (vedi vendere), quindi è bene non lasciarsi distrarre da dettagli allettanti , come biancheria pulita in qualità e vasi di fiori, che rischiano di far passare in secondo piano condizioni strutturali e qualità delle finiture non proprio eccezionali. E' bene, che una decorazione o un arredamento eccentrici non distolgano da ciò che si sta realmente comprando, vale a dire la struttura e lo spazio. Studiare con attenzione la planimetria ci permette di valutare se la casa ha spazio sufficiente per accogliere i nostri mobili.

Prestare attenzione ai difetti

L'immobile e le sue immediate vicinanze vanno analizzati con cura. I seguenti possono essere segnali di problemi nascosti;tetti o muri curvi o avvallati, crepe profonde, vernice sfaldata, macchie d'umidità,odore di chiuso, pavimenti eccessivamente mobili, impianti elettrici vecchi. I problemi normalmente più sottovalutati sono l'umidità e i vecchi impianti elettrici, entrambi costosi da mettere a posto. Auto abbandonate, spazzatura, graffiti e giardini trascurati sono il segnale di una zona non troppo raccomandabile.

Commissionare un completo esame strutturale

E' costoso ma molto dettagliato e pone le basi per le trattative sul prezzo.

Tornare sempre per un secondo sopralluogo

Se possibile è bene portare un amico per avere un'opinione oggettiva. Stabilire un secondo sopralluogo a una diversa ora del giorno (o in un giorno di pioggia)può aiutarsi a farsi un'idea della zona.

Trattare il venditore con cortesia

Di solito i proprietari preferiscono vendere a qualcuno che stimano e rispettano.

Sapere che cosa è incluso

E' bene mettere per iscritto quali arredi o attrezzature (lampade, sanitari,ecc..) saranno compresi nell'acquisto. Si consiglia Di effettuare un controllo il giorno della data di esecuzione del contratto per assicurarsi che ciò che ci si aspetta di trovare sia ancora al suo posto.

Vendere

Può sembrare ovvio, ma non si deve mettere la propria casa sul mercato finchè non si è sicuri di volerla vendere. Gli acquirenti potrebbero essere riluttanti a fare un'offerta se si accorgono che non è stata presa una decisione definitiva. Il passo successivo consiste nella scelta tra ricorrere ad un agente immobiliare ( o agenti associati) o meno. Vendere per mezzo di un agente costa di più, ma è un'opzione più sicura e implica meno grattacapi, a patto di scegliere l'agente giusto che abbia esperienza di vendita nella propria zona. Una casa prima di metterla in vendita vale la pena effettuare riparazioni e rinfrescare le finiture. Un rubinetto che gocciola non può da solo compromettere una vendita, ma una quantità di difetti minimi può trasmettere il messaggio sbagliato. Una mano di vernice( di un colore neutro) può ravvivare superfici stinte o camere che non ricevono molta luce. Si può rinfrescare la piastrellatura di bagno o cucina ed effettuare pulizie generali. Mantenere una casa perfetta per un periodo di vendita protratto e conciliare ordine e pulizia con le attività domestiche può essere difficile. Una soluzione è allestire al meglio lo spazio domestico e metterlo a disposizione dell' agente e delle visite degli interessati per un intero weekend

Bambini e cani

le tracce di bambini e animali ( in particolare cani)vanno assolutamente eliminate. Durante le visite,da non fissare a ore pasti, è bene garantire che bambini e cani siano fuori casa.

La prima impressione è quella che conta

Gli acquirenti spesso prendono una decisione pochi minuti dopo essere entrati in una casa. Una porta d' ingresso dall'aspetto piacevole solida o verniciata di fresco, conferisce a un'abitazione il giusto tono. Stivali,giacche e altri oggetti vanno assolutamente tolti dall'ingresso.

Eliminare il disordine

Gli acquirenti hanno bisogno d'aiuto per cogliere il potenziale dello spazio e immaginarsi all'interno di esso. E' bene fare sparire tutto ciò che è superfluo o che ha un carattere fortemente personale. Specchi posti in modo strategico possono dare un'idea di spaziosità.

Affascinare i sensi

Vanno eliminati gli odori pesanti di cucina,tabacco e animali sostituendoli possibilmente con odori stimolanti e accoglienti come quelli di caffè caldo, pane appena sfornato, fuoco, ed essenze come agrumi e lavanda. La musica in sottofondo aiuta a distendere. Candele, biancheria pulita e morbidi asciugamani evocano confort e tranquillità. Lo stesso vale anche per i vasi e i fiori freschi

Usare il linguaggio del corpo

E' bene salutare i potenziali acquirenti con un sorriso e una stretta di mano e mantenere il contatto con gli occhi quando si parla. Mostrate la stanza migliore al pianterreno per prima e date ai visitatori possibilità di muoversi liberamente nella casa.

Essere chiari su ciò che si lascia

Occorre essere chiari su ciò che è incluso nel prezzo e ciò che s'intende portar via (meglio metterlo per iscritto)Il giorno del trasloco, è un' atto di cortesia lasciare alcune cose essenziali come lampadine, carta igienica,sapone,un asciugamano e un telefono, insieme alle istruzioni e ai certificati di garanzia di attrezzature e apparecchi rimasti. Un biglietto di benvenuto e una bottiglia di vino o spumante sono un vero tocco di classe.

Affittare

Anche se il possesso di una casa rappresenta un buon investimento a lungo termine,offre sicurezza e permette di esprimere liberamente il proprio stile,ci sono situazioni e fasi della vita in cui l'affitto è una soluzione preferita.Il vantaggio maggiore è la flessibilità. L'affitto per un breve periodo da la possibilità di conoscere la nuova località e guardarsi intorno per effettuare l'acquisto giusto. Sebbene superi spesso l'importo rateale dei mutui per acquistare immobili simili, l'affitto puo' comunque rappresentare una soluzione economica, dato che non prevede costi aggiuntivi, come l'assicurazione sulla casa e sulla vita , manutenzione e riparazioni,tasse ecc..l'affitto per un periodo prolungato non è molto conveniente, occorre ricordare che è solo denaro speso E' importante conoscere i propri diritti ed esaminare attentamente le clausole di ogni contratto di locazione prima di firmarlo.

Le modalità d'affitto sono varie. La più comune prevede che una sola persona firmi il contratto. Gli affitti congiunti coinvolgono due o più persone e ogni cointestatario è responsabile anche per gli altri. La camera ammobiliata (affittare una stanza in una abitazione in cui vive il proprietario)è la forma meno protetta. La disdetta di locazione può avvenire entro una settimana nel caso di pensionati.

Valutare i propri bisogni

Il mercato degli affitti si muove velocemente, perciò è bene stabilire il budget e le proprie necessità in merito a sistemazione e ubicazione prima di intraprendere una ricerca . Le agenzie e i servizi su internet possono essere di grande aiuto.

Stanziare il budget

L'affitto dovrebbe essere pari a un quarto o un terzo del reddito netto. Si avrà anche bisogno di una cauzione, generalmente corrispondente a tre mesi d'affitto. Di solito i proprietari o le agenzie chiedono referenze.

Analizzare attentamente i termini del contratto

La locazione deve specificare l'importo dell' affitto, la data e la scansione dei pagamenti, la durata, il periodo di preavviso per entrambe le parti e ogni altra condizione specifica riguardante animali,subaffitto,accesso del locatore, ecc..

Controllare gli inventari

Se si affitta un alloggio ammobiliato è bene richiedere un inventario completo degli oggetti presenti,Occorre assicurarsi che ogni oggetto corrisponda a quanto indicato nell'inventario, in caso contrario,alla fine del periodo di locazione si potrebbe essere accusati di avere sottratto qualcosa. Danni, perdite o rotture avvenuti durante il periodo di locazione sono generalmente trattenuti dalla cauzione.

Assicurarsi che tutto funzioni

Occorre controllare che tutti gli impianti,le apparecchiature e gli elettrodomestici siano funzionanti prima del trasloco, in seguito, è compito del proprietario sostituire o riparare ogni apparecchio mal funzionante e provvedere alla manutenzione degli impianti esistenti, oltre a eseguire riparazioni della struttura esterna dell'immobile. Il contratto di locazione deve chiaramente specificare di quali bollette e costi di gestione si è responsabili e quali sono a carico del locatore. Ai proprietari è legalmente richiesto di controllare gli impianti di riscaldamento a gas una volta all'anno.

Assicurare le proprie cose

Sebbene non sia necessaria un'assicurazione sulla casa, quando si vive in un immobile in affitto è una buona idea assicurarne il contenuto per proteggere gli oggetti personali.

Conoscere i diritti del proprietario

I locatori hanno sempre diritto di accesso , con un preavviso di 24 ore,e di sfratto se si è in arretrato con i pagamenti. Lo sfratto può anche avvenire se si dimostrano danni estesi alla struttura o al suo contenuto. Il locatore conserva il potere di vendita; gli inquilini sono obbligati a lasciare la casa se questa viene messa sul mercato.

Conservare la documentazione

E' bene conservare la documentazione relativa a eventuali telefonate e la corrispondenza con il proprietario o l'amministratore in previsione di dispute future.

Stabilire quali modifiche si devono effettuare

Uno degli svantaggi degli affitti è che non è sempre facile sentirsi a casa propria. Molti proprietari non hanno obiezioni riguardo a interventi di lieve entità come, ad esempio, le tinteggiature ma occorre sempre chiedere prima il permesso. Generalmente comunque, non sono permessi cambiamenti di più vasta portata; è perciò esclusa, per esempio, la rimozione di superfici o pavimentazioni preesistenti.

Soppesare i pro e i contro della condivisione:

Gli affitti condivisi generalmente sono i più economici, il che implica la possibilità di abitare in un posto migliore di quello in cui si vivrebbe da soli. Si ha inoltre il vantaggio di avere compagnia. Lo svantaggio è dover tollerare le abitudini degli altri e assicurarsi che ognuno provveda a se stesso e faccia la sua parte di lavoro in casa, in alcune abitazioni va tutto liscio, in altre si rischia l'anarchia.

Acquistare per affittare:

L'acquisto di un immobile da affittare, che costituisce una forma d' investimento più diffusa, non è certo un impresa senza rischi o problemi. E' di vitale importanza far bene i conti e chiedere un parere finanziario più affidabile,in particolare se si contrae un prestito ipotecario o un mutuo. Il mercato dell'affitto è ovviamente influenzato dall'offerta, più gente investe in questo settore, più basso è il rendimento. Chi prende in prestito grandi somme per comprare una proprietà da affittare, va incontro a rischi maggiori; anche periodi brevi di (vuoto) tra un locatario e l'altro possono determinare una grave perdita.

Un proprietario che decida di gestire il proprio immobile da solo può ritrovarsi impegnatissimo in riparazioni, manutenzione, reclami e altre incombenze di routine. Gli amministratori possono assumere il controllo di queste situazioni, ma a fronte di un compenso. Trovare dei buoni inquilini non è facile. Referenze bancarie e finanziarie consentono di individuare potenziali inadempienti o costanti ritardatari nei pagamenti, ma non garantiscono un comportamento corretto. Una possibilità è chiedere referenze ai precedenti proprietari, che sono in grado di segnalare quei locatari che lasciano l'immobile in cattive condizioni o che si comportano in maniera indecorosa.

Modificare:

Le modifiche di una casa si situano su una scala di spesa, difficoltà e incidenza che varia notevolmente ( si può decidere di dare al soggiorno una mano di vernice fresca,approntare un bagno o una cucina nuovi, oppure ampliare o riconvertire uno spazio).Scegliere il livello di modifiche consono alla propria casa significa in primo luogo valutare cosa si possiede e cosa si vuole ottenere.

Riparazioni:

Se avete una casa di proprietà non potete permettervi di sorvolare sulle riparazioni e sulla manutenzione essenziali. Prima di cominciare persino a progettare quei cambiamenti che renderanno la casa più attraente o miglioreranno il modo in cui funziona,occorre essere certi di non avere tralasciato i problemi strutturali. Molti problemi seri cominciano con inezie, perciò è bene intervenire subito,dato che la macchia di umido, per esempio, può portare,nel tempo a danni infinitamente più gravi.

Segnali di problemi potenziali:

Le crepe grandi specie se continuano ad ingrandirsi, possono indicare il cedimento o la rottura di un elemento strutturale. Le incrinature capillari sono normali nell' intonaco fresco. Vernici scolorite, intonaco rigonfio o rovinato, macchie umide su mattoni o muratura e odore stantio indicano penetrazione di umidità o possibili perdite. L' umidità sottovalutata può portare a problemi più seri, come sfaldamento o deterioramento. Formazioni fungine, fori di insetti,legno marcio o friabile sono segni di marciume, tarli e sgretolamento. Le infestazioni di animali nocivi, come roditori, possono essere particolarmente dannose a livello di tubazioni e cablaggio. Pavimenti inclinati possono indicare un cedimento del terreno o problemi alle fondazioni. Danni al tetto, come cedimenti o curvature possono indicare seri problemi strutturali;tegole mancanti possono portare a perdite o danni causati dall'acqua.

Modifiche superficiali:

Relativamente semplici, poco costose e veloci se se paragonate ad altri tipi di interventi, le modifiche di superficie come la ritinteggiatura o l'installazione di nuove superfici e finiture possono avere un enorme impatto sull'aspetto della casa. Una ritinteggiatura migliora istantaneamente ogni stanza; un materiale di buona qualità, come il legno massello, comunica un immediato senso di eleganza e dona carattere a un ambiente La decorazione può rendere la casa più spaziosa esaltando la luce naturale, Ciò che non può fare, però,è correggere spazi mal organizzati,zone attrezzate con elementi su misura non efficienti e altri vizi strutturali o progettuali.

Riorganizzazione interna:

Le varie forme di riorganizzazione interna – eliminazione di divisori e pareti o riprogettazione di aree attrezzate quali bagni e cucine – può migliorare la funzionalità di una casa, beneficio che si godrà svolgendo le faccende domestiche. Tali modifiche non fanno guadagnare spazio,ma consentono di usare meglio quello disponibile. Di norma necessitano di una consulenza tecnica e possono implicare la risistemazione degli impianti.

Modifiche strutturali:

In cima alla scala in fatto di spesa, disagio e fatica. si trovano i miglioramenti che alterano la struttura della casa;essi includono interventi nei muri portanti,nelle pareti esterne , nel tetto e cosi' via. In questa categoria rientrano molte riconversioni di loft o seminterrati, ampliamenti e installazioni di nuove aperture, come portefinestre. I cambiamenti strutturali possono essere l'unico modo per ottenere più spazio – una o più stanze supplementari,o l'ampliamento di una zona preesistente, come la cucina. Offrono, inoltre, la possibilità di migliorare l'illuminazione naturale e l'accesso al giardino. Molti cambiamenti strutturali implicano la richiesta di varie forme di permessi edilizi ed necessitano dei consigli di professionisti come geometri,architetti e strutturisti.

Prima di cominciare:

Il passo successivo alla compilazione di un elenco delle modifiche desiderate è prendere in esame una gamma di fattori addizionali, dai costi alle questioni giuridiche, che daranno una forma più definita al progetto.

Costi:

Prima di tutto occorre stabilire il proprio budget, almeno in via approssimativa,e quindi stabilire cosa ci si può permettere, calcolando esattamente il costo di materiali, consulenza professionale,tasse e cosi' via. Occorre includere anche un margine di contingenza pari almeno al 10%far fronte ad eventuali imprevisti. Se la disponibilità economica è inferiore alla spesa necessaria per intraprendere i lavori, è bene rivalutare i propri progetti. Un modo per tagliare i costi è optare per materiali più economici – un piano di lavoro in legno o laminato invece di uno in granito, per esempio – o cercare fornitori più convenienti ( oggetti usati o rimanenze sono generalmente molto meno costosi di articoli disponibili su ordinazione o presso i rivenditori esclusivi.)

I materiali spesso incidono sensibilmente sul costo di ogni intervento, perciò scegliendone di meno pregiati – senza scendere, però a compromessi riguardo alla praticità – si può risparmiare parecchio. Un altro modo per evitare spese inutili è optare per componenti standard, subito disponibili e già confezionati. Ogni articolo o elemento da realizzare su misura – come porte o finestre - ha un costo maggiore. Infine,si potrà risparmiare usando un po' di creatività. Se si ha il disperato bisogno di una cucina nuova, ma non il denaro sufficiente per sostituire totalmente quella esistente, si possono cambiare i cassetti, le ante e il piano di lavoro.

Esistono , tuttavia alcune cose su cui non si dovrebbe mai fare economia. Un conto é scegliere un materiale più economico, un' altro optare per un materiale scadente che non funzionerà come si deve e si rovinerà presto,tanto da dover essere sostituito entro breve tempo. Infine,per risparmiare il costo di un operaio, è bene decidere di svolgere da soli alcuni lavori purché si abbiano le necessarie competenze o una minima esperienza.

Fattibilità:

Una delle cose da fare è verificare la fattibilità,in termini strutturali, delle modifiche che si vogliono apportare. Dato che spesso c'è più di una strada che porta allo stesso risultato, non si deve disperare se l'idea originale si rivela impraticabile. Una consulenza architettonica è preziosa per qualsiasi trasformazione determini una risistemazione complessa dell'organizzazione distributiva o dei volumi,per il riposizionamento di zone di servizio,come cucine e bagni.

Consulenza professionale:

Molti progetti di rinnovo della casa,persino quelli apparentemente più semplici, richiedono un' aiuto specialistico. Questo può voler dire rivolgersi a un artigianato per la posa della moquette , ma anche impiegare un' impresa costruttrice per la realizzazione di un ampliamento. In parecchie situazioni l'errore più grosso – nonché quello in cui è più facile cadere– è proprio evitare di chiedere un aiuto o una consulenza quando c'è ne bisogno. Misurarsi con un lavoro per il quale non si ha esperienza o qualifiche rischia di essere pericoloso per la propria salute e provocare danni all'immobile, a volte creando inutili sprechi di denaro o tempo.

Se si economizza facendo a meno della consulenza professionale, si rischia di sottovalutare la complessità del lavoro o trascurare essenziali fattori legali e pratici. L'assistenza professionale si divide in varie categorie : servizi progettuali, consulenziali e supervisione ( architetti, designer e responsabili di progetto); opere ( una vasta gamma di attività, dai muratori agli idraulici, dagli elettricisti agli imbianchini ); e, infine servizi specialistici ( tecnici di riscaldamento, ponteggiatori, posatori, ecc..)

Questioni giuridiche

Le trasformazioni più radicali ed estese generalmente richiedono permessi. I progetti vanno sottoposti all'autorità locale,che deve approvarli prima che inizino i lavori ;questi vengono inoltre, sottoposti a ispezioni e approvati in fasi particolari . Se la casa sorge in un'area protetta o presenta un interesse storico, gli interventi potrebbero richiedere l'approvazione delle Belle Arti. Se si cambiano gli impianti o ne installano dei nuovi , occorre chiedere il nulla osta alle autorità competenti, il lavoro, inoltre, verrà ispezionato. In generale, i regolamenti e le direttive in materia edilizia sono volti ad assicurare che le modifiche e gli ampliamenti di un'immobile ( cosi' come i progetti per edifici da costruire ex novo) siano strutturalmente solidi, igienici,sicuri e non abbiano un effetto deleterio ne' sul contesto architettonico locale ne' su quello immediatamente circostante. La legislazione in questo settore cambia costantemente, pertanto una consulenza aggiornata diventa essenziale. Informazioni più dettagliate sui vincoli che regolano i diversi tipi di intervento vengono fornite nelle sezioni pertinenti.

Organizzare i lavori

Al fine di ottenere un buon risultato, è essenziale avere ben chiare le varie fasi del lavoro e valutare bene la sua complessità, cosi' da poter contare sull'appropriato livello di assistenza al momento opportuno. C'è sempre la possibilità di rivedere quanto pianificato, persino nei progetti più complicati ; in base alle proprie capacità, è anche possibile occuparsi personalmente,risparmiando tempo e denaro. Molte riconversioni e modifiche, eccetto le più semplici,possono essere scomposte nelle seguenti fasi di massima.

Progettazione

La prima fase è esaminare tutte le eventuali opzioni in termini progettuali per arrivare a una soluzione ottimale che soddisfi i propri desideri e al contempo sia in linea con i vincoli pratici e finanziari. Professionisti come gli architetti possono essere assunti con una spesa relativamente modesta e potranno realizzare i disegni in scala necessari per commissionare il lavoro e ottenere i permessi necessari. Nel caso di imperfezioni da correggere o complesse questioni strutturali, si può chiedere consiglio a un perito o a uno strutturista. Esistono ,poi,consulenze specialistiche di design per progetti come le cucine e le riconversioni di loft.

Specifiche e reperimento dei materiali

Una specifica è una lista dettagliata di tutti gli aspetti dell'intervento, compresi accessori, attrezzature e materiali. Se le direttive sono vaghe o non definite, molti costruttori tendono a usare i materiali più economici e ad adottare le soluzioni più semplici. Un architetto è in grado do predisporre una specifica e disegni dettagliati per l'impresa edile,il che fa risparmiare grattacapi e spese ulteriori e cancellare ogni potenziale ambiguità. In tutti i casi,se si desiderano materiali o impianti specifici vale la pena procurarseli personalmente. Cosa ci si aspetta dall'impresa costruttrice e cosa s'intende organizzare dovrebbe essere chiaro dall'inizio.

Lavori di costruzione

Molti progetti includono le prestazioni di diverse ditte in una sequenza sovrapposta di eventi. Se il lavoro è relativamente e le esigenze in termini di risultati e tempistica sono chiare, si può considerare l'idea di impiegare alcuni artigiani. L'alternativa, fortemente raccomandata per lavori di natura più complessa, e affidare tutto a un unica ditta; essa sarà responsabile di subappaltare ogni intervento, come la copertura del tetto, per esempio, o ciò di cui non può occuparsi direttamente, coordinando i lavori in modo che tutto avvenga nel giusto ordine.

Supervisione

La supervisione quotidiana dei lavori in corso aiuta a far filare tutto liscio. Non si tratta che le cose vadano avanti conformemente ai nostri desideri, occorre essere certi che le ispezioni ufficiali siano svolte al momento giusto. In caso d' interventi non troppo complessi, una buona dose di competenza e capacità organizzative consentiranno di assumere personalmente il ruolo di super visore. In alternativa,la super visione è un' altro servizio standard e include un'ispezione finale per ogni mancanza o deviazione della direttiva.

Figure professionali

Sebbene le figure professionali coinvolte nell'edilizia siano estremamente diverse riguardo a competenze ed esperienza, i principi in base ai quali sceglierle e impiegarle sono più o meno gli stessi. Anche in questo campo, purtroppo esistono individui senza scrupoli e incompetenti, proprio come in ogni settore, ma ci sono anche numerosi e bravi professionisti. E' bene tenere a mente che un risultato insoddisfacente è spesso colpa di entrambi le parti. Alcuni potenziali fastidi possono essere evitati prendendosi la briga di acquisire qualche conoscenza tecnica e terminologica. Spesso le incomprensioni sono dovute al linguaggio specialistico. Se si ha una certa familiarità con il vocabolario tecnico, sarà più facile comunicare. Allo stesso tempo, se non si capisce di cosa si sta' parlando, occorre pretendere spiegazioni in un linguaggio più comprensibile.

Il passaparola è uno dei modi migliori per trovare la persona o la ditta giusta. E' bene consultarsi con amici e vicini di casa che hanno svolto lavori simili e che ci daranno una valutazione obiettiva. Quando si sceglie un architetto o un designer, è fondamentale prendere prendere visione dei precedenti lavori, anche cercando su riviste e giornali. In questo modo si può avere la certezza che il professionista prescelto viaggi sulla nostra lunghezza d'onda. Occorre accertarsi che le persone impiegate facciano parte dell'organismo professionale accreditato o dell'organizzazione commerciale appropriata. Questo non solo garantisce uno standard di competenze più alto, ma da anche la possibilità di sporgere un reclamo se non si è soddisfatti del risultato. E' bene chiedere sempre referenze e avere la possibilità di visionare lavori precedenti.

Soprattutto nel caso di interventi estensivi e complessi, è importante ottenere preventivi e programmi di lavoro da almeno tre diverse ditte. Se si assume un' architetto, questi potrebbe compilare una breve lista di ditte da far concorrere per l'assegnazione dell'appalto. Un preventivo molto basso è un campanello d'allarme almeno quanto uno esorbitante; in molti casi, la ditta che fa' l'offerta intermedia è la scelta più sicura. Un preventivo a prezzo ridotto può essere allettante per chi possiede un budget limitato, ma può anche essere il segnale di un' imbroglio. Un preventivo molto alto, d'altra parte, potrebbe indicare che la portata dell'intervento è così limitata da non essere conveniente per la ditta in questione.

E' fondamentale mettere tutto per iscritto e documentare le conversazioni, la corrispondenza e ogni modifica al progetto successiva all'affidamento dell'incarico o alle direttive iniziali. Un architetto può essere impegnato sulla base di una semplice lettera; per gli imprenditori edili,invece è consigliabile stipulare un contratto che stabilisca i termini del pagamento , le date d'inizio e fine, e fornisca un elenco completo dei lavori.

Mai pagare l'intero costo in anticipo. Occorre stabilire un piano di pagamenti cui attenersi. Per i lavori più piccoli, di solito si versa una percentuale in anticipo come fondo cassa per i materiali, e il resto alla conclusione. Per i lavori più lunghi, ci si può accordare per una somma settimanale o quindicinale; tuttavia, anche in questo caso, è bene serbare un importo significativo per il pagamento finale, che funga da incentivo per concludere i lavori. Una somma unica, invece di tariffe orarie o giornaliere, evita che i lavori si protraggano oltre il necessario. E' bene non cambiare o rivedere il progetto radicalmente mentre il lavoro procede, Ogni progetto tende naturalmente a evolversi, ma se si cambia costantemente idea i lavori si protrarranno e costeranno di più.

Occorre garantire l'accesso ai servizi base di cucina e bagno ed essere tolleranti riguardo agli ostacoli o ai contrattempi minori. Un buon rapporto di lavoro richiede fiducia e rispetto reciproci. L'imprevisto è sempre dietro l'angolo, perciò è bene essere preparati. Può capitare che uno dei fornitori chiuda l'attività o non consegni il materiale richiesto, che gli operai scoprano un inaspettato difetto strutturale da sistemare o che il tempo si guasti proprio quando il tetto viene rimosso. Occorre perciò calcolare un certo margine di tempo e un budget per gli imprevisti.

Tempistica

Le persone spesso sottovalutano il tempo richiesto per completare anche i lavori più semplici, e i programmi televisivi in cui intere ristrutturazioni vengono agevolmente eseguite nello spazio di un weekend non fanno altro che rafforzare questa credenza. Fondamentale è rispettare rigorosamente le scadenze,onde evitare folli corse per riconvertire il sottotetto ( entro Natale o predisporre il nuovo bagno prima che nasca il bambino). Se si decide invece di fare da soli bisogna essere certi di avere a disposizione lunghi periodi di tempo libero nei weekend o durante le vacanze, in cui il lavoro non rischi di venire interrotto-un'ora isolata o due dopo il lavoro non servono a nulla. Vedere i progressi alla fine della giornata è un buon incentivo al completamento del lavoro.

Occorre pianificare per tempo ed essere disposti ad aspettare di solito i professionisti migliori hanno un'agenda piena d'impegni. Vanno contattati intorno alla data stabilita per l'inizio dei lavori per assicurarsi che non ci siano slittamenti di programma. E' bene evitare di impiegare ditte con personale non qualificato solo per l'ansia di cominciare. E' meglio rinunciare a interventi importanti durante periodi già pieni di impegni o stress.

Occorre prendere in considerazione la possibilità di effettuare i lavori fuori stagione. Impiegare personale nei periodi più tranquilli dell'inverno può essere una scelta rapida ed economica, a patto che non si debbano fare estesi interventi esterni, il che potrebbe causare perdite inaccettabili in termini di riscaldamento e giorni sprecati per il maltempo, con tanta confusione in più.

Disagi

per molti avere gli operai in casa è sinonimo di seccatura. Rinnovare la propria casa implica un'interruzione della routine domestica. I disagi possono essere minimi – i materiali e gli attrezzi dell'imbianchino lasciati in casa durante la notte – o difficili da sopportare – la rimozione di una parete esterna e il blocco dei principali impianti. Prima che i lavori comincino, è bene mettere a fuoco il tipo di impatto che si prevede avranno sulla casa, quando si svolgeranno e quanto dureranno, in modo da alleviare l'inevitabile tensione in famiglia.

L'attività lavorativa va affrontata sin dall'inizio stabilendo una serie di regole chiare, riguardanti i posti in cui tenere attrezzi e materiali, il tipo di riassetto che ci si aspetta alla fine della giornata, e la protezione di superfici e finiture esistenti. Bisogna togliere gli oggetti di lavoro e proteggere le apparecchiature elettroniche dalla polvere. Occorre appurare se ci saranno interruzioni nella fornitura di acqua, elettricità o gas, che potrebbero mettere fuori uso cucine,bagni e studi per periodi di tempo significativi. Se tali periodi non sono duraturi o frequenti, ci si può arrangiare mangiando fuori, ordinando piatti d'asporto, non è da esclude l'idea di trasferirsi altrove per un po'.

Fondamentale è sapere a cosa si va' in contro. Lavori come intonacature e costruzioni con mattoni e cemento sono particolarmente caotici. Anche la rimozione di vecchi intonaci, la demolizione di pareti e la levigatura dei pavimenti creano un'enorme quantità di polvere e detriti. Bisogna accettare il fatto che le cose devono peggiorare per migliorare.

I lavori che espongono parti della casa agli agenti atmosferici – per esempio, quelli che comportano la rimozione del tetto o aperture nei muri esterni – presentano più il disagio della perdita di calore, in particolare nel periodo in cui il tempo non è affidabile. E' bene accertarsi che siano state prese le precauzioni necessarie per rendere la struttura sicura e protetta dalle intemperie mentre i lavori sono in corso. Se il lavoro necessita di ponteggi, è consigliabile richiedere che le scale siano rimosse o chiuse alla fine della giornata per evitare che qualcuno si introduca in casa da una finestra del piano superiore.

Sequenza delle opere

Per gli interventi più complicati che prevedono una lunga sequenza di opere e richiedono i servizi di più di due o tre ditte diverse, sono essenziali un programma curato nei dettagli è una buona coordinazione. I ritardi sono una delle preoccupazioni maggiori, anche perché spesso implicano spese in più. Vedere il lavoro prolungarsi indefinitamente in una casa che sembra essere stata travolta da un uragano è sufficiente per cadere in una profonda frustrazione. Molti degli interventi di vasta portata possono essere divisi in due grandi fasi. La prima comprende tutte le opere preliminari, dalla demolizione e rimozione ai lavori strutturali di base, dal trasferimento e installazione degli impianti alla creazione di nuove partizioni: Questa è la fase nella quale le cose devono peggiorare per migliorare, la più disagevole e caotica. La seconda si verifica quando lo spazio ricomincia ad avere l'aspetto di una casa : elementi di finitura,arredi, impianti e, infine, tinteggiature e posa dei pavimenti.

La sequenza delle varie opere somiglia più a un gioco di pazienza che ha una successione di lavori. Le diverse attività devono svolgersi fianco a fianco, comportando un certo movimento di persone. Per esempio, può capitare che un'elettricista inizi a installare i fili dell'impianto elettrico e debba sospendere il lavoro per aspettare che le pareti siano intonacate, per poi tornare a fissare prese e interruttori. Ma, dato che di solito è impegnato anche altrove,spesso questo provoca un allungamento dei tempi previsti. Se, ad esempio, l'imbianchino ha finito il proprio lavoro rispettando gli accordi, può succedere che l'idraulico non possa fissare i radiatori semplicemente perché non sono stati consegnati in tempo. Assumendo che siano stati ottenuti i permessi necessari e il progetto sia ultimato , il seguente è un ordine generale delle opere. Ci potranno essere tuttavia, opere che richiedono ispezioni ufficiali e approvazioni ( come nuove reti di scarico ), da ottenere prima che abbiano inizio i lavori successivi.

Prima fase

Preparazione, demolizione e sgombero; Innalzamento dei ponteggi; sgombero di arredi e attrezzature; protezione delle superfici; sostegno delle strutture, demolizione di pareti; eliminazione dell'intonaco.

Lavori di scavo e collegamento degli impianti

scavi per le fondamenta e per le tubature idriche: installazione di nuove tubazioni; creazioni di collegamenti esterni per luce, gas, telefono.

Lavori strutturali

costruzione di nuovi muri, messa in opera dai pavimenti; copertura del tetto ( struttura e rivestimento).

Impianti

posa di tubi e cavi; installazione della caldaia.

Carpenteria

telai di porte e finestre, pareti divisorie con montanti di legno, travatura del pavimento.

Intonaci.

Seconda fase:

Impianti; installazione di radiatori, lavabi e vasche da bagno; fissaggio di prese e interruttori; collegamento degli elettrodomestici .

Carpenteria: montaggio delle porte; fissaggio di battiscopa, modanature e architravi; elementi su misura e a muro.

Piastrelle e altri tipi di finiture per pavimenti.

Decorazione.

Pavimenti.

torna indietro - continua

Se la pagina ti è piaciuta ed è risultata di tuo gradimento ti chiederei un piccolo favore, ossia fare click sul pulsante +1 di google che vedi più sotto. Inoltre se lo ritieni opportuno puoi inserire un link a questa pagina sulla tua bacheca facebook....grazie!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

newsAggiungi un tuo commento...grazie!

Vuoi dire anche tu la tua? Vuoi lasciarci un commento su questa pagina? Ora puoi farlo. Lascia il tuo commento più sotto...grazie!

non fermarti solo su queste pagine: esplora il web!

 

 

Ultimo aggiornamento: Domenica Maggio 18, 2014 19:17


 

Aggiungici fra i tuoi amici

In Diretta con noi
Hai un dubbio? vuoi info gratuite sul servizio visure, successione o volture catastali? contattaci direttamente attraverso la live chat. Il servizio è gratuito! FAI CLICK SULL' IMMAGINE CHE VEDI SOTTO!

News letter
Essere aggiornati oggi è fondamentale! Se sei interessato ad uno o tutti gli argomenti sotto elencati iscriviti alla nostra news letter, selezionando gli argomenti di tuo interesse...grazie!

Email: *
Cognome: *
Nome: *
Scegli:

Forum online
Entra nel nostro nuovo forum se vuoi postare una domanda o partecipare alle discussioni

Arredare casa

la casa dei sogni
vivere la casa
la prima casa

la casa studio (spazi aperti)
la casa per famiglia
la casa per vacanze
la casa sottoutilizzata

Rinnovare casa

principi base per rinnovare la casa
decorare casa

 
L' ANGOLO DEGLI AFFITTI ESTIVI IN SARDEGNA

© 2002 - 2018 visurnet.com - Tutti i diritti riservati.
visitatori unici

geometri al tuo servizioInformazioni sul geometra Pino Caddeo

Gent. mo visitatore, permettimi di presentarmi. Mi chiamo Pino Caddeo e svolgo la libera professione del geometra. Sono nato in Germania a Wolfsburg (sede della famosa casa automobilistica tedesca Volkswagen) nel 1968, da genitori emigrati. Rientrati in Italia nel 1971 siamo stati tre anni a Cesano Boscone (MI), per poi trasferirci definitivamente in Sardegna nel 1973 nel comune di Borore (NU) dove tutt' ora risiedo. Terminate le scuole dell' obbligo nel 1983 mi sono iscritto all' istituto tecnico per geometri Sebastiano Satta di Macomer (NU), conseguendo il diploma nel 1989. Dopo circa tre anni di tirocinio nel 1992 ho conseguito l' abilitazione alla professione del geometra, ma solamente nel 1998 ho deciso di aprirmi uno studio tutto mio nel tentativo di trovare anche io la mia strada. E' una professione che non considero un lavoro ma piuttosto un piacere. Il mio campo lavorativo spazia dalla progettazione in genere, alle pratiche catastali (accatastamenti e frazionamenti). Mi occupo anche di rilievi topografici e di riconfinamenti. Da anni inoltre mi occupo di dichiarazioni di successione e relative volture catastali in tutta Italia. Sempre nel campo delle dichiarazioni di successioni e volture catastali collaboro in tutta Italia soprattutto con avvocati, periti e professionisti in genere che devono redigere questo genere di pratiche. Nel 1998 ho iniziato a creare le prime pagine internet per cercare di far conoscere la mia attività. In seguito nel 2002 ho creato il sito www.visurnet.com dove viene racchiusa tutta la mia attività. Dopo 12 anni di esperienza su internet posso dire di non essermi pentito di aver fatto quella scelta in quanto proprio grazie a internet ho potuto ampliare il mio campo lavorativo al di fuori della Sardegna. Attualmente il sito visurnet.com conta una media giornaliera di 3.500 ingressi unici al giorno. Al suo interno trovate oltre che i servizi offerti anche delle guide interessanti incentrate sul pianeta casa. Si parla di agevolazioni fiscali, quali quelle del 36% e del 65% rispettivamente sulle ristrutturazioni e risparmio energetico. Trovate anche delle guide che spiegano e vi aiutano a compilare una dichiarazione di successione e la relativa voltura catastale. Potete inoltre contattarmi gratuitamente nel caso abbiate dei dubbi o vogliate maggiori informazioni sui servizi offerti. Sul sito trovate anche delle sezioni tematiche informative che cercano per quanto possibile di aiutarvi ad avere le informazioni che cercate...vedi le sezioni dedicate all' imu, detrazione 36%, successioni e volture ecc. Trovi i link delle sezioni tematiche nella parte alta delle pagine.

Lo studio si trova a Borore (NU), nella meravigliosa Sardegna, in via Kennedy, 1 - cap. 08016
- p.iva.
01049200916 - C.F. CDDGPP68T02Z112I
- tel. 0785/86128 - 339/3600206
- mail: info@visurnet.com

 

cerchi un geometra? realizziamo siti internet