geometra sardegna
geometra Pino Caddeo
Guide su YOUTUBE

Accedi al mio Canale Youtube

Troverai guide, esempi pratici su svariati argomenti che vengono affrontati su queste pagine!

energie rinnovabili
visure catastali online

SERVIZI UTILI PER IL CITTADINO
COME ATTIVARE UN CONTO ENERGIA
CONSIGLI SULL' ATTIVAZIONE DEL CONTO

CONTATTA VISURNET.COM
via Kennedy, 1 - 08016 Borore (NU)
a breve apertura dello studio a Olbia (OT)
per contatti: 0785/86128 - 339/3600206 - email
Cosa fare per richiedere il conto energia. Su questa pagina analizziamo brevemente come comportarsi nel caso si voglia attivare o richiedere il conto energia. Vediamo più o meno come presentare la domanda al GSE (gestore servizio elettrico), quali elaborati sono necessari, i tempi per la presentazione della domanda ed altre cose utili da sapere per richiedere l' attivazione del conto energia.

SEZIONE: UTILITY - ARGOMENTO: COM' ERA IL VECCHIO CONTO ENERGIA

HOME PAGE
CHI SIAMO
COSA OFFRIAMO

Link interessanti

il catasto?..roba da geometri
guadagna affittando il tetto
notizie interessanti
grazie di cuore!!
ti servono le visure catastali?
fabbricati mai dichiarati
sanzioni per le case fantasma (new)
diario di bordo

Servizi attivi
Risparmio energia

presentazione
risparmio energetico
fonti rinnovabili
pannelli solari
pannelli fotovoltaici
sistemi di isolamento termico
conto energia (2011/2016)
video sul conto energia (2011/2016)
normativa
produttori pannelli solari e fotovoltaici
rivenditori pannelli solari e fotovoltaici
installatori pannelli solari e fotovoltaici
certificazione energetica edifici

Detrazione 65%


detrazione 65% (aggiornata 2017)
interventi agevolabili al 65%
spese detraibili al 65%
adempimenti per la detrazione 65%
certificazione energetica
normativa detrazione 65%
domande e risposte
siti utili
hai bisogno d' aiuto?
cosa trasmettere all' enea
video sulla detrazione del 65%
registrarsi al sito enea

news energie pulite
guadagna affittando il tuo tetto

domande/risposte sul solare

Conto energia

D.L. 387 del 29/12/2003
D.M. del 28/07/2005
D.L. 19 Agosto 2005 n° 192
delibera AEEG del 14/09/2005
D.M. del 06/02/2006
delibera AEEG n° 28
delibera AEEG n° 40
decreto 29/12/2006 n° 311
decreto del 19/02/2007
circ. agenz entrate del 31/05/2007
pareri agenzia entrate

Eco annunci

perché comprare casa ecologica
case con impianto fotovoltaico

Impianti energia

impianto solare termico
impianto solare fotovoltaico
energia dalle biomasse

Impianti eolici

presentazione
impianto ad energia eolica

Conto energia 2007

com' era il conto energia 2007
parte 2
parte 3
parte 4
parte 5
parte 6
come si attivava il conto energia

ARGOMENTI UTILI

ATTIVAZIONE DEL CONTO ENERGIA


- Visurnet.com è lieta di informarti che è attivo il nuovo forum dove potrai discutere con gli altri membri (chiedere e avere consigli) su alcune problematiche legate alle energie rinnovabili, risparmio energetico, impianti solari termici e fotovoltaici ecc.. Se vuoi porre una tua domanda


AVVERTENZE: gli argomenti trattati andranno approfonditi dagli interessati richiedendo informazioni, presso uffici ed enti competenti. Gli argomenti trattati dovranno essere considerati esclusivamente come prime informazioni. Le informazioni sottoriportate non potranno essere prese come valide per intraprendere qualsiasi genere di azione.

RICHIEDERE IL CONTO ENERGIA (del 11/12/2006)

PREMESSA

Di Pino Caddeo (geometra libero professionista si occupa di progettare edifici a consumo energetico quasi zero, pratiche di certificazione energetica e quant' altro attiene il risparmio energetico).

Il conto energia approda in Italia a seguito della direttiva comunitaria per le fonti rinnovabili (direttiva 2001/77/CE). La direttiva viene recepita dal parlamento italiano con l' approvazione del decreto legislativo n° 387 del 2003. Inerenti il conto energia sono il decreto attuativo del 5 Agosto 2005 n° 181 e la delibera del 14 Settembre 2005 n° 188. Il primo si occupa dei tempi e dei termini di attuazione. La delibera invece da disposizioni in materia di erogazione degli incentivi.

Dal Settembre 2005 è possibile presentare domanda per aprire il conto energia. Le domande si presentano al GSE (gestore servizi elettrici).

ANALIZZIAMO IL CONTO ENERGIA

Partiamo subito col dire che gli incentivi previsti per la realizzazione degli impianti si appoggiano su una filosofia diversa rispetto ad altri erogati negli anni scorsi. La legge infatti non prevede contributi a fondo perduto (come in genere siamo abituati a vedere) ma delle tariffe incentivanti durante l' esercizio dell' impianto. Quindi non sono previsti fondi anticipati per la realizzazione dell' impianto.

Il meccanismo su cui si basa il conto energia consiste in pratica nell' incentivare la produzione elettrica che poi verrà pagata al privato. In poche parole e molto semplicemente il privato che realizza energia elettrica può utilizzarla innanzitutto per se ed in secondo luogo rivenderla immettendola nella rete elettrica. La legge che incentiva il conto energia prevede per il momento un limite di 20 anni. Probabilmente in seguito le tariffe incentivanti andranno scomparendo...si vedrà.

Una condizione indispensabile per godere degli incentivi è che l' energia elettrica prodotta deve essere immessa direttamente nella rete elettrica. Quindi l' impianto deve essere del tipo "grid connected". Sempre per poter godere dei benefici l' impianto fotovoltaico deve avere una potenza compresa tra 1KWp e 1 MWp. Non possono godere di incentivi gli impianti fotovoltaici destinati ad utenze isolate e non raggiunte dalla rete elettrica....aggiungo non tanto giustamente a mio avviso.

CHI PUO' RICHIEDERE ED ATTIVARE IL CONTO ENERGIA

Possono attivare un conto energia sia le persone fisiche e sia le persone giuridiche (in genere società con partita iva).

le persone fisiche

Le persone fisiche o privati possono richiedere gli incentivi per impianti non superiori a 20 KWp di potenza ed installati su suolo o tetto di proprietà. La tariffa incentivante al momento è di 0,445 euro/KWh. C'è da dire che soltanto la parte di energia autoconsumata gode dell' incentivo. L' energia elettrica immessa in rete e non consumata costituirà un credito energetico per così dire. Tale credito può essere utilizzato nel corso dei tre anni successivi a quello in cui matura. Passati i tre anni l' eventuale credito residuo verrà annullato e non sarà più incentivabile.

Si potrà usufruire di incentivi su tutta la produzione di energia elettrica se si rinuncia al servizio di scambio sul posto. Quindi l' eventuale energia non autoconsumata potrà essere rivenduta ad un gestore (ENEL o società simile); in questo caso è necessario avere partita IVA.

Come abbiamo detto sopra la durata delle tariffe incentivanti al momento è prevista in 20 anni. La tariffa iniziale per chi dovesse essere ammesso agli incentivi a partire dal 2007 viene determinata sulla base di quella dell' anno precedente ridotta del 5% annuo ma ricorretta dall' adeguamento ISTAT. Una volta determinata la tariffa questa rimane fissa ed invariabile per 20 anni.

Sono previste maggiorazioni delle tariffe incentivanti del 10% per chi realizzerà impianti fotovoltaici integrati in maniera particolare nella struttura architettonica. In questo caso si perde l' adeguamento ISTAT fino al 2012.

le persone giuridiche

I soggetti titolari di partita IVA possono godere di incentivi sull' intera produzione fotovoltaica e non solo sulla parte autoconsumata. Questi soggetti, a seconda degli impianti realizzati, possono godere delle seguenti tariffe

0,445 euro/KWh per impianti da 1 a 20 KWp nel caso di scambio sul posto
0,460 euro/KWh per impianti da 1 a 50 KWp nel caso di intera cessione in rete dell' energia
0,490 euro/KWh per impianti da 50 a 1 MWp

Nel caso di cessione nella rete pubblica l' energia elettrica prodotta in più non viene messa a credito ma subito rivenduta ad un gestore (ENEL o società simile). Le tariffe verranno fissate dall' Autorità per l' energia elettrica. Anche in questo caso la durata degli incentivi è di 20 anni. La tariffa iniziale per chi dovesse essere ammesso agli incentivi a partire dal 2007 viene determinata sulla base di quella dell' anno precedente ridotta del 5% annuo ma ricorretta dall' adeguamento ISTAT. Una volta determinata la tariffa questa rimane fissa ed invariabile per 20 anni.

Per gli impianti superiori a 50 KWp è necessario presentare apposita fideiussione di 1500 euro/KWp al momento della domanda. E' necessario anche presentare un' autocertificazione con la quale si dichiara di impegnarsi a costituire una nuova fideiussione di 1000 euro/KWp solo se si ottiene la tariffa incentivante. Se il soggetto che realizza l' impianto è un ente pubblico non è necessario costituire la fideiussione.

IL CAMMINO BUROCRATICO

Le richieste di accesso alle tariffe incentivanti vanno inviate al GSE (gestore servizio elettrico). La domanda deve essere ben completa di tutti i moduli ed allegati (anche progetto preliminare). Le domande vanno presentate nei mesi di Marzo, Giugno, Settembre e Dicembre.

Entro 60 giorni dal termine del trimestre il GSE (gestore servizio elettrico) controlla le varie domande pervenute e stila la graduatoria. In seguito fa le dovute comunicazioni entro i successivi 30 giorni. In genere viene pubblicata una sorta di graduatoria non specifica sul sito del GSE (www.gse.it) che anticipa gli esiti delle domande. In tale graduatoria vengono inseriti solamente alcuni dati tra i quali: nominale impianto e comune di ubicazione.

Se la domanda di incentivi va a buon fine verrà resa comunicazione di esito positivo. Dalla data di ricevimento di tale comunicazione si avrà 6 mesi di tempo per dare inizio formale ai lavori e 12 mesi per concluderli. Tali periodi si raddoppiano per grossi impianti superiori ai 50 KWp.

Il gestore di rete ha 30 giorni di tempo dal ricevimento del progetto preliminare per comunicare il cosiddetto punto di consegna. Il punto di consegna non è altro che il punto nel quale si installeranno i dispositivi necessari per poter ricevere l' energia prodotta dalla rete. le spese necessarie per creare il punto di consegna sono a carico del proprietario dell' impianto beneficiario.

Una volta che i lavori saranno terminati viene rilasciato il certificato di collaudo impianto. Tale certificato va inviato al GSE (gestore servizi elettrici) per ottenere l' allaccio.

In data 24/02/2007 è stato pubblicato il nuovo decreto sul conto energia. Quindi cambiano diverse cose. Vi invito a visitare la pagina apposita: il nuovo conto energia 2007

ARGOMENTI CORRELATI

- risparmio energetico
- fonti rinnovabili
- pannelli solari
- pannelli fotovoltaici
- conto energia (incentivi)
- sistemi di isolamento termico
- normativa
- ditte produttrici di pannelli solari, fotovoltaici e collettori solari
- rivenditori di pannelli solari, fotovoltaici e collettori solari
- installatori di pannelli solari, fotovoltaici e collettori solari
- certificazione energetica edifici
- news energie pulite

ultime notizie e novità in materia di risparmio energetico e fonti rinnovabili

news del 02/11/2006 - nuova proposta per il conto energia
news del 02/11/2006 - certificato energetico per gli edifici

news del 05/10/2006 - incentivi per il risparmio energetico
news del 05/01/2006 - pannelli isolanti per il tetto
news del 28/12/2005 - fotovoltaico: potenza incentivata a 300 MW
news del 29/12/2005 - i lampioni fotovoltaici

Ultimo aggiornamento: Sabato Maggio 17, 2014 21:05


Aggiungici fra i tuoi amici

In Diretta con noi
Hai un dubbio? vuoi info gratuite sul servizio visure, successione o volture catastali? contattaci direttamente attraverso la live chat. Il servizio è gratuito! FAI CLICK SULL' IMMAGINE CHE VEDI SOTTO!

News letter
Essere aggiornati oggi è fondamentale! Se sei interessato ad uno o tutti gli argomenti sotto elencati iscriviti alla nostra news letter, selezionando gli argomenti di tuo interesse...grazie!

Email: *
Cognome: *
Nome: *
Scegli:

Forum online
Entra nel nostro nuovo forum se vuoi postare una domanda o partecipare alle discussioni

News 2012

risparmio con detrazione 65%
detrazione 65%
proroga detrazione a dicemre 2012
accatastamento obbligatorio per il 65%
detrazione verso la stabilizzazione
la detrazione spettante all' impresa

News 2007

conto energia 2007
contributi caldaie ad alta efficienza

News 2006

nuova proposta per il conto energia
certificato energetico per gli edifici
incentivi per il risparmio energetico
pannelli isolanti per il tetto
fotovoltaico: potenza incentivata a 300 MW
i lampioni fotovoltaici

le fonti rinnovabili

Normativa

D.L. 387 del 29/12/2003 (parte prima)
D.L. 387 del 29/12/2003 (parte seconda)

D.L. 387 del 29/12/2003 (parte terza)
D.L. 387 del 29/12/2003 (parte quarta)
D.L. 387 del 29/12/2003 (parte quinta)
D.L. 387 del 29/12/2003 (parte sesta)

 
L' ANGOLO DEGLI AFFITTI ESTIVI IN SARDEGNA

© 2002 - 2018 visurnet.com - Tutti i diritti riservati.
visitatori unici

geometri al tuo servizioInformazioni sul geometra Pino Caddeo

Gent. mo visitatore, permettimi di presentarmi. Mi chiamo Pino Caddeo e svolgo la libera professione del geometra. Sono nato in Germania a Wolfsburg (sede della famosa casa automobilistica tedesca Volkswagen) nel 1968, da genitori emigrati. Rientrati in Italia nel 1971 siamo stati tre anni a Cesano Boscone (MI), per poi trasferirci definitivamente in Sardegna nel 1973 nel comune di Borore (NU) dove tutt' ora risiedo. Terminate le scuole dell' obbligo nel 1983 mi sono iscritto all' istituto tecnico per geometri Sebastiano Satta di Macomer (NU), conseguendo il diploma nel 1989. Dopo circa tre anni di tirocinio nel 1992 ho conseguito l' abilitazione alla professione del geometra, ma solamente nel 1998 ho deciso di aprirmi uno studio tutto mio nel tentativo di trovare anche io la mia strada. E' una professione che non considero un lavoro ma piuttosto un piacere. Il mio campo lavorativo spazia dalla progettazione in genere, alle pratiche catastali (accatastamenti e frazionamenti). Mi occupo anche di rilievi topografici e di riconfinamenti. Da anni inoltre mi occupo di dichiarazioni di successione e relative volture catastali in tutta Italia. Sempre nel campo delle dichiarazioni di successioni e volture catastali collaboro in tutta Italia soprattutto con avvocati, periti e professionisti in genere che devono redigere questo genere di pratiche. Nel 1998 ho iniziato a creare le prime pagine internet per cercare di far conoscere la mia attività. In seguito nel 2002 ho creato il sito www.visurnet.com dove viene racchiusa tutta la mia attività. Dopo 12 anni di esperienza su internet posso dire di non essermi pentito di aver fatto quella scelta in quanto proprio grazie a internet ho potuto ampliare il mio campo lavorativo al di fuori della Sardegna. Attualmente il sito visurnet.com conta una media giornaliera di 3.500 ingressi unici al giorno. Al suo interno trovate oltre che i servizi offerti anche delle guide interessanti incentrate sul pianeta casa. Si parla di agevolazioni fiscali, quali quelle del 36% e del 65% rispettivamente sulle ristrutturazioni e risparmio energetico. Trovate anche delle guide che spiegano e vi aiutano a compilare una dichiarazione di successione e la relativa voltura catastale. Potete inoltre contattarmi gratuitamente nel caso abbiate dei dubbi o vogliate maggiori informazioni sui servizi offerti. Sul sito trovate anche delle sezioni tematiche informative che cercano per quanto possibile di aiutarvi ad avere le informazioni che cercate...vedi le sezioni dedicate all' imu, detrazione 36%, successioni e volture ecc. Trovi i link delle sezioni tematiche nella parte alta delle pagine.

Lo studio si trova a Borore (NU), nella meravigliosa Sardegna, in via Kennedy, 1 - cap. 08016
- p.iva.
01049200916 - C.F. CDDGPP68T02Z112I
- tel. 0785/86128 - 339/3600206
- mail: info@visurnet.com

 

cerchi un geometra? realizziamo siti internet